Oggi 2 Giugno, torna l’appuntamento mensile con L’Italia nel Piatto,  alla scoperta delle ricette regionali della nostra bella Italia. Il tema scelto per questo mese è L’Italia in…pasta, vi porteremo con noi a scoprire il piatto più amato da noi italiani, che sia fresca o secca, al pomodoro o in bianco, nessuno può rinunciare ad un buon piatto di pasta. In Umbria i piatti della tradizione sono prevalentemente a base di pasta fresca, tagliatelle, strangozzi o umbricelli. E proprio gli umbricelli sono i protagonisti di oggi, vi ho già parlato di loro, e nel post degli umbricelli al sugo di asparagi selvatici trovate anche il video,  dove vi mostro come si preparano. Gli umbricelli sono dei grossi spaghettoni preparati con acqua e farina e tirati a mano uno ad uno, un lavoro che richiede pazienza, ma il risultato vi ripagherà della fatica. Questa versione degli umbricelli è con un condimento leggero e fresco, adatto all’estate, un semplice sugo di pomodori freschi e una generosa grattugiata di pecorino, facilissimi e veloci da preparare.
Oggi  diamo il benvenuto a tre nuove amiche, Laura, del blog Profumo di Sicilia che rappresenterà la Sicilia, Natalia del blog Fusilli al tegamino, che da questo mese rappresenterà la Campania e Marianna del blog Fiordipistacchio che rappresenterà il Piemonte
Umbricelli al pecorino  Umbricelli al pecorino

Umbricelli al pecorino


Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 15 minuti
Tempo di riposo della pasta 2 ore


Autore: 2 Amiche in Cucina


Tipo ricetta:  Primo
Per: 2 persone


Ingredienti
Per gli umbricelli:

  • 200 g di farina 0
  • Sale
  • Acqua

Per il condimento:

  • 2 pomodori ramati maturi
  • Uno spicchio di aglio
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
  • Prezzemolo
  • Pecorino grattugiato

Preparazione:

  1. Iniziate preparando la pasta.
  2. Versate su un piano da lavoro la farina e il sale, fate la fontana e al centro unite l’acqua, tanta quanta ne occorrerà per ottenere un impasto morbido. Impastate finché non otterrete un impasto liscio, coprite con un panno e fate riposare per un’ora.
  3. Trascorso il tempo di riposo staccate dei pezzi d’impasto grandi come una piccola noce e fateli rotolare sotto le mani finché non otterrete dei grossi spaghettoni.
  4. Mettete gli umbricelli sul piano da lavoro infarinato e fateli riposare per circa un’ora.
  5. Mentre la pasta riposa preparate il condimento.
  6. Portate ad ebollizione una pentola con acqua, Lavate i pomodori e incidete la sommità formando una croce. Tuffate i pomodori nell’acqua bollente e lasciateceli per un paio di minuti, scolateli ed eliminate la pelle. tagliateli a metà ed eliminate i semi, tagliate la polpa a cubettini.
  7. Versate in una padella 2 cucchiai di olio e l’aglio, fate soffriggere e unite la polpa dei pomodori, regolate di sale e pepe,  aggiungete il prezzemolo tritato.
  8. Fate cuocere per circa 15 minuti.
  9. Portate ad ebollizione abbondante acqua salata e tuffate gli umbricelli.
  10. Scolateli e passateli nella padella con il condimento, fate insaporire per un minuto, aggiungete pecorino a piacere e servite.

Umbricelli umbri

Umbricelli umbri

Umbricelli al pecorino

Umbricelli al pecorino

Umbricelli al pecorino

Queste le proposte delle altre regioni:

Friuli-Venezia Giulia: Blecs alla morchia

 

3 Comments on Umbricelli al pecorino

  1. Elena Broglia
    4 giugno 2017 at 17:47 (3 settimane ago)

    il meglio dell’Umbria, pasta fatta come una volta, bella consistente e pecorino stagionato… il profumo arriva fino qui!

    Rispondi
  2. Fabipasticcio
    4 giugno 2017 at 18:24 (3 settimane ago)

    Che buoni! Quando passavamo per l’Umbria nell’andare a Roma, mio marito ne mangiava appena poteva. Seguirò la tua ricetta e proverò a farli anche io. Bravissima come sempre <3 Buona domenica

    Rispondi
  3. Piccolalayla - Profumo di Sicilia
    5 giugno 2017 at 14:18 (3 settimane ago)

    Un piatto del genere in casa mia fai la felicità di tutti, anche il mio piccolo nipotino, che adora la pasta e i gusti semplice e saporiti! Buonissima. A Presto LA

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *