Eccoci di nuovo a parlare di cucina regionale, torna come ogni mese l’appuntamento con L’Italia nel Piatto. Questo mese vi porteremo alla scoperta dei piatti tipici di Pasqua e Pasquetta, dalla colazione ai  piatti elaborati del pranzo di Pasqua, ma anche piatti meno impegnativi, perfetti per le rilassati scampagnate fuori porta di Pasquetta. In Umbria a Pasqua non può mancare la pizza al formaggio, che come da tradizione si mangia a colazione insieme a salumi e uova sode, la frittata pasquale, ricca di erbette primaverili, tra i dolci la Ciaramicola tipica della zona del perugino, e la pizza di Pasqua dolce  con un buon profumo di cannella, tipica del ternano. La ricetta che vi propongo oggi è l’agnello tartufato, immancabile l’agnello sulle tavole pasquali, in questa ricetta si arricchisce di profumo e sapore grazie al buonissimo tartufo umbro. 

Agnello tartufato

Agnello tartufato

Agnello tartufato


Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura un’ora


Autore: 2 Amiche in Cucina
Tipo ricetta:  Secondo
Per: 4 persone
Origine ricetta: Italiana


Ingredienti

  • 1 kg di spezzatino di agnello
  • Olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • Un rametto di rosmarino
  • 3 foglie di salvia
  • Sale
  • Pepe
  • 12 bicchiere di vino bianco
  • 60 g di tartufo

Preparazione

  1. Versate 2 cucchiai di olio in una padella, unite l’ aglio e fate soffriggere per un paio di minuti, unite l’agnello, il rosmarino e la salvia, fate sigillare la carne, unite sale e pepe, fate rosolare per circa 10 minuti, poi sfumate con il vino.
  2. Coprite e fate cuocere a fuoco lieve per circa un’ora.
  3. Aggiungete il tartufo grattugiato, mescolate bene, coprite e fate cuocere ancora un paio di minuti e servite.

Agnello tartufato

Agnello tartufato

Queste le proposte delle altre regioni:

6 Comments on Agnello tartufato

  1. edvige
    2 aprile 2017 at 16:09 (3 mesi ago)

    Io adoro l’agnello e affini e checchè ne dicono e… cosa strana solo per Pasqua per tutto l’anno nessuno parla, di non fare gli assassini e mangiare l’agnello. Mi dispiace ma io lo mangio e mi piace da matti. Farò questo piatto in formato ridotto per due volte per me perchè marito…zzo la carne ovina non piace. Però il castrato a Verrucchio si.. 😉
    Vado a vedere anche le altre ricette che proponi anche se essendo solo in due personaggi non è che mi metta a cucinare un sacco…
    Da noi il fuori porta e andare sul nostro carso circa 200 m.s.l.m. in qualche “osmizza” ristorante tipico a mangiare e se proprio bella giornata qualcuno apre la tovaglia sul prato anche se…non è tanto consigliato nonè la classica campagna. Buona domenica carissima e buona settimana.

    Rispondi
  2. Elena
    2 aprile 2017 at 16:27 (3 mesi ago)

    questo piatto è davvero delizioso e il suo profumo arriva fino qui! un bacione!

    Rispondi
  3. Milena
    2 aprile 2017 at 22:47 (3 mesi ago)

    L’agnello lo adoro e a Pasqua è sempre presente anche sulle nostre tavole!
    La tua versione al tartufo è davvero speciale Miria, sarà di una prelibatezza unica! Brava!
    un abbraccio

    Rispondi
  4. elisa
    3 aprile 2017 at 11:33 (3 mesi ago)

    a me l’agnello piace tantissimo!!!!
    bella ricetta, sicuramente profumatissima!!!
    ciao
    elisa

    Rispondi
  5. Kiara
    3 aprile 2017 at 20:37 (3 mesi ago)

    Mhmhmhm che squisitezza!!! Complimenti tesoro, questa ricetta è paradisiaca!!!!!

    Rispondi
  6. carla emilia
    4 aprile 2017 at 15:17 (3 mesi ago)

    Che bella ricetta Miria, profumata di tartufo, poi, è decisamente invitante! Un abbraccio alla prossima

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *