La pasta e fagioli è un classico, ottima per riscaldare corpo e anima nelle giornate fredde, ma anche in estate come piatto unico, mangiata fredda. In questa versione ho aggiunto Prosciutto di Parma, che insieme alle croste di Parmigiano Reggiano hanno insaporito e reso unica questa minestra. I fagioli invece sono della mia regione, l’Umbria, vengono direttamente da una piccola un’azienda a conduzione famigliare di Colfiorito, Casale1485.
Questa ricetta è per la manifestazione “La Cucina Italiana nel Mondo:mangiare all’italiana” di Informacibo.

pasta e fagioli con prosciutto di parma e croste di parmigiano reggiano

Ingredienti:

300 g di pasta tipo ditaloni
180 g di fagioli secchi
120 g di Prosciutto di Parma (4 fette tagliate spesse)
Croste di Parmigiano Reggiano
30 g di carota
20 g di cipolla
Metà costa di sedano
4 cucchiai di passata di pomodoro
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe

Per la preparazione della ricetta visitate La cucina Italiana nel Mondo:mangiare all’italiana

4 Comments on Pasta e fagioli con Prosciutto di Parma e croste di Parmigiano Reggiano

  1. patrizia
    9 aprile 2015 at 12:53 (2 anni ago)

    Miria ti posso confessare una cosa…..io non so cucinare i fagioli! Ebbene si . Non ci riesco o li faccio venire crudi oppure molli all’inizio risolvevo con le scatole già cotte, ma da quando ho saputo quello che ci mettono per conservarli insisto ad imparare. A mio marito piacciono moltissimo se vedesse la tua ricetta con foto già lo so cosa esclamerebbe!
    insisterò
    un abbraccio

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      17 aprile 2015 at 10:30 (2 anni ago)

      Patrizia, si dai, insisti quelli cotti da noi, tutta un’altra cosa, un bacione

      Rispondi
  2. Daniela
    9 aprile 2015 at 21:44 (2 anni ago)

    Tu non ci crederai ma la preparava così la mia nonna, proprio con le croste del parmigiano 🙂
    Un bacione

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      17 aprile 2015 at 10:30 (2 anni ago)

      è vero le nonne mettevano sempre le croste nelle minestre, che intenditrici, un bacio

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *