Buongiorno a tutti, come il 20 di ogni mese, eccoci puntuali all’appuntamento con L’Italia nel Piatto. Per l’appuntamento  di questo mese abbiamo scelto la Pasqua, con le sue ricette Dolci e Salate. Ho deciso di presentarvi un dolce, la Ciaramicola dolce tipico di Perugia, in passato le ragazze la regalavano ai loro fidanzati proprio per la Pasqua. Un dolce semplice con alchermes nell’impasto e decorato con una glassa di zucchero e confettini, è preparata in uno stampo a ciambella e al centro vengono poste due strisce di pasta a formare una croce.
Altre due preparazioni  molto conosciute e preparate in tutta la regione sono  la Pizza di Pasqua al Formaggio e la Pizza Dolce di Pasqua.
Purtroppo, per motivi personali,  non parteciperà la Basilicata Pasticciando con Magica Nanà.
Questo mese è nostra ospite Mariangela del blog Cocomerorosso, vincitrice della gara del mese passato, posterà una ricetta tipica della sua regione, la Calabria.
Ingredienti:
450 g di farina
250 g di zucchero
120 g di strutto
3 uova + 1 tuorlo
5 cucchiai d’alchermes (circa 50 g)
1 bustina di lievito 
la buccia di metà limone grattugiata

Glassa:
1 albume
50 g di zucchero a velo
confettini colorati
Preparazione:

Versate sulla spianatoia la farina, lo zucchero e il lievito, fare la fontana e al centro unire lo strutto, l’alchermes, le uova, il tuorlo e la buccia del limone grattugiata, impastare. Dovrete ottenere un impasto morbido, ma che riuscite a lavorare sulla tavola. Imburrate uno stampo a ciambella da 24 cm di diametro, togliete un pezzo di pasta e tenetelo da parte, sistemate quella che resta nello stampo. Con la pasta tenuta da parte fate due cordoncini che incrocerete sopra il foro della ciambella. Cuocete in forno preriscaldato a 170 gradi per 30-40 minuti. Sfornate e abbassate il forno a 80 gradi. Fate raffreddare leggermente la ciaramicola, toglietela dallo stampo e mettetela su una teglia da forno più grande. Battete l’albume per la glassa con lo zucchero a velo finché non si saranno addensati, cospargete la ciambella con la glassa e cospargete con i confettini. Infornate per 10-15 minuti, o finché la glassa non si sarà asciugata. Fate raffreddare bene prima di servire e Buona Pasqua a tutti.

Qui tutte  le mie Ricette Umbre

Seguiteci anche su Facebook, questa la nostra pagina L’Italia nel Piatto

Le ricette di tutte le altre regioni

Valle D’Aosta – Torta Pasqualina, doppia versione  
Piemonte Uova alla bella Rosin  
Lombardia – Agnellino 
Trentino Alto Adige  –  Rotolo di spinaci e Corona Pasquale 
Veneto Fugassa Veneta 
Friuli Venezia Giulia Putizza 
Emilia Romagna – I nidi di rondine 
Liguria – Agnello con i carciofi  
Toscana – Schiacciata di Pasqua livornese 
Marche – Crescia di Pasqua dolce
Abruzzo – Pupe e cavalli  
Molise –Treccia di Pasqua  
Lazio – Pizza sbattuta 
Campania –Casatiello napoletano   
Puglia –Tiedd d’agnidd o furn co l patan 
Basilicata -(non parteciperà) http://blog.giallozafferano.it/sognandoincucina
Calabria – Cuculi di Pasqua all’anice 
Sicilia –Pecorella di marzapane 
Sardegna – Dolci al Limone veloci Piricchittus 
Guest blog per il mese di marzo dalla Calabria – Tiana catanzarese

 Vi è piaciuta una delle 20 ricette di questo mese? Rielaboratela, (non fate copia incolla) se avete un blog pubblicatela o fatela pervenire a uno dei 20 blog, quella vincente potrà partecipare con noi alla pubblicazione del mese successivo. Le regole sono semplici e per saperne di più leggete le regole QUI .
Queste altre due ricette di Pasqua Umbre, una dolce e una salata

61 Comments on Cucina Umbra: Ciaramicola per “L’Italia nel Piatto”

  1. In cucina da Eva
    20 marzo 2013 at 9:37 (4 anni ago)

    ma come è bella! non conoscevo affatto questa ricetta! bella mi piace assai! e mi piace molto il fatto che si crea la croce sotto con il vuoto, molto scenica!

    Rispondi
  2. Yrma
    20 marzo 2013 at 11:09 (4 anni ago)

    Assolutamente d'effetto!!!!una vera eraviglia cara Mimì…mi viene una gran voglia di mangiarne una fettonaaaaa:-) Un bacione!!

    Rispondi
  3. Artù
    20 marzo 2013 at 11:19 (4 anni ago)

    Ma che bella questa ricetta. colorata come la primavera che è alle porte, gioiosa come i confettini sulla superficie e con il tocco di religiosità che si deve dare a questa festività data dalla croce sopra….fantastica!!! sei bravissima!!!!

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:45 (4 anni ago)

      grazie, si infatti i confettini e la glassa fanno festa e la croce rappresenta la sacralità della festa, un bacio

      Rispondi
  4. Damiana
    20 marzo 2013 at 11:32 (4 anni ago)

    Amo queste ricette,contengono nella loro bontà,tutta la ricchezza delle nostre tradizioni!E poi con quella glassa bianca sono l'espressione della Pasqua,complimenti ragazze…me ne vò a sbirciare anche la due pizze!Un bacio e bellissima giornata!

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:47 (4 anni ago)

      grazie a te, amo proporre ricette della tradizione, un bacio

      Rispondi
  5. Ci pensa Mamma
    20 marzo 2013 at 12:21 (4 anni ago)

    Mi piacciono molto le ricette tradizionali! Questa è proprio bella…anche l'usanza dche c'è dietro è interessante!

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:50 (4 anni ago)

      io molte ricette non le conoscevo, la rubrica mi aiuta a riscoprirle, un bacio

      Rispondi
  6. Cinzia Ceccolin
    20 marzo 2013 at 12:22 (4 anni ago)

    Una ricetta spettacolare…!! Bravissima 🙂 peccato che non ci sia il teletrasporto per i piatti di cucina 🙂 adesso ne mangerei volentieri una fetta 🙂

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:51 (4 anni ago)

      prendi un treno e vieni a trovarmi, te ne preparo una tutta per te

      Rispondi
  7. Daniela
    20 marzo 2013 at 12:34 (4 anni ago)

    Adoro le ricette tradizionali, questa ciaramicola è fantastica 🙂

    Rispondi
  8. vickyart
    20 marzo 2013 at 13:00 (4 anni ago)

    bellissima! complimenti ragazze sembra il casatiello napoletano! non la conoscevo deve essere anche molto buona! ciaooo

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:55 (4 anni ago)

      grazie, alla fine le ricette cambiano nome, ma si somigliano, baci

      Rispondi
  9. Letizia
    20 marzo 2013 at 13:48 (4 anni ago)

    Aria di casa mia!! Ti è venuta bellissima, brava!! Un abbraccio lety.

    Rispondi
  10. elena
    20 marzo 2013 at 13:55 (4 anni ago)

    MA questo è un capolavoro di architettura e statica assieme…non oso pensare quando è stata sfornata…complimenti una meraviglia! un bacione!

    Rispondi
  11. paola
    20 marzo 2013 at 14:24 (4 anni ago)

    buona non l'ho ancora mai preparata ma somiglia ad un dolce asciutto che si prepara a Napoli per Pasqua: il casatiello dolce, ha anche questa glassa con zucchero. Complimenti .

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:57 (4 anni ago)

      si, si somigliano,deve essere buonissimo anche il vostro casatiello,a presto

      Rispondi
  12. Loredana
    20 marzo 2013 at 14:28 (4 anni ago)

    Ho mangiato la ciaramicola lo scorso anno e me ne sono innamorata, l'ho anche preparata seguendo una ricetta regionale umbra simile alla vostra ma con un uovo e un tuorlo in meno, ma è quella e, posso assicurarlo è BUONISSSIMA!!!!!

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      22 marzo 2013 at 18:58 (4 anni ago)

      sono contenta che ti sia piaciuta, ha conquistato anche me, baci

      Rispondi
  13. elly
    20 marzo 2013 at 17:46 (4 anni ago)

    Assolutamente una novità Mimì!!! Troppo bella!!! Bacione

    Rispondi
  14. cliv
    20 marzo 2013 at 18:15 (4 anni ago)

    Buonissima…ma anche la pizza al formaggio e' divina!
    Non vediamo l 'ora di tornare a mangiarne un pezzetto

    Rispondi
  15. ricettesenzaglutine
    20 marzo 2013 at 19:12 (4 anni ago)

    Wow! Bella!!! Non avevo mai visto usare l'alchermes in cottura … mi hai aperto un mondo 😀
    Ciao, Alessia

    Rispondi
  16. Donaflor
    20 marzo 2013 at 22:16 (4 anni ago)

    e immagino con quanto amore le ragazze lo regalavano ai loro fidanzati!
    ci avete messo proprio tanta passione e devozione a preparare questa delizia! una meraviglia!
    bravissime!
    bacioni grandi

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      23 marzo 2013 at 18:07 (4 anni ago)

      si, in passato era regalata con tanto amore e devozione, baci

      Rispondi
  17. Ilaria
    20 marzo 2013 at 22:27 (4 anni ago)

    Mi piace la forma e trovo davvero molto originale la croce sul buco della ciambella… sembra essere fatto appositamente per questa decorazione. E poi quel colore dell'impasto è irresistibile.
    E visto che usi un liquore toscano non può che essere di mio super gradimento!

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      23 marzo 2013 at 18:16 (4 anni ago)

      se poi l'alchermes fosse quello che preparate voi, sarebbe ancora più buona, un bacio

      Rispondi
  18. emme
    21 marzo 2013 at 10:06 (4 anni ago)

    Complimenti dolce meraviglioso e ben presentato.
    ciao ciao
    emme

    Rispondi
  19. Elena
    21 marzo 2013 at 17:49 (4 anni ago)

    Una presentazione fantastica e una ricetta favolosa…

    Rispondi
  20. Casale Versa
    21 marzo 2013 at 19:53 (4 anni ago)

    TI INVITIAMO AD ISCRIVERTI AI NOSTRI CONTEST!
    speriamo tu faccia parte della nostra grande famiglia!
    La famiglia di Cà Versa

    Rispondi
  21. Un'arbanella di basilico
    21 marzo 2013 at 21:23 (4 anni ago)

    Ciao Mimì ma pensa che di tutte le volte che sono stata in Umbria questa bontà non l'ho mai assaggiata! non mi resta che preparamela 😉 Bacione

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      23 marzo 2013 at 18:18 (4 anni ago)

      oppure torna in Umbria, così possiamo incontrarci, un bacio

      Rispondi
  22. Cucina che ti passa - RUMI -
    22 marzo 2013 at 16:15 (4 anni ago)

    E finalmente eccomi!!
    uhhh tanto care e dolci le ragazze da voi se preparano certe bontà per i loro fidanzati!!
    regala un dolce e sarà tuo e con codesta bontà sarà tuo per sempre davvero!!
    complimenti!!!
    bacioni

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      23 marzo 2013 at 18:19 (4 anni ago)

      ci provavano, ma non se se pio riuscivano a tenerli per sempre, baci

      Rispondi
  23. La cucina di Esme
    22 marzo 2013 at 22:22 (4 anni ago)

    Peccato non averla mai assaggiata eppure sono un'assidua frequentatrice dell'umbria. Grazie di avermi fatto scoprire una ricetta che non conoscevo, allegra e colorata un inno alla primavera!
    baci
    Alice

    Rispondi
  24. carla
    23 marzo 2013 at 15:20 (4 anni ago)

    Bellissima, purtroppo nemmeno io l'ho mai assaggiata, ma credo che sia anche buonissima!!!
    Bacioni

    Rispondi
  25. IoCucinoCosì
    23 marzo 2013 at 16:15 (4 anni ago)

    ho sentito nominare spesso questo dolce ma non lo avevo mai visto… ma è bellissimo!!! complimenti 😉

    Rispondi
    • dueamicheincucina
      23 marzo 2013 at 18:23 (4 anni ago)

      io ringrezio la rubrica, così ho avuto modo di provarla, un bacio

      Rispondi
  26. bla78
    25 marzo 2013 at 8:09 (4 anni ago)

    Nuovo concorso legato al "Panino giusto": si può vincere un viaggio di due giorni a Londra (per l'occasione dell'opening del nuovo store) in compagnia dello Chef Alessandro Borghese http://www.ilpaninogiustoperte.it/

    Rispondi
  27. sabrina tocchio
    14 aprile 2014 at 7:51 (3 anni ago)

    Neanche io conoscevo questa ricetta e la croce come da tradizione, non si finisce mai di imparare e di conoscere!

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *